Coronavirus - quinta comunicazione

Coronavirus - Quinta comunicazione

La Regione Lombardia,  soggetto giuridicamente titolato ad operare in materia di Sanità, nelle FAQ descrittive, applicative ed interpretative dell’ordinanza Coronavirus del 23/02/2020, a firma congiunta del Ministro della Sanità e del Presidente della Giunta Regionale, nonché nel Decreto Regionale n. 498 del 24/02/2020, pubblicate sul proprio sito istituzionale, ha recepito, per quanto ci compete, le determinazioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25/02/2020, fornendo le seguenti disposizioni:

"Al fine di evitare significative concentrazioni di persone in luoghi pubblici e privati, l’ordinanza dispone la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico, quali, a titolo esemplificativo, palestre, centri sportivi, piscine e centri natatori, centri benessere, centri termali, sale giochi, sale slot, escape room, sale bowling, ecc.
Le attività all’aperto (comprese quelle svolte negli stadi e nelle strutture polifunzionali) possono essere svolte, evitando i luoghi (ad es. spogliatoi) che prevedono significative concentrazioni di persone.  
In deroga alle disposizioni dell’ordinanza, come previsto dall’art. 1 lettera a del DPCM 25/02/2020, resta consentito lo svolgimento di eventi e competizioni sportive di ogni ordine e disciplina in luoghi pubblici o privati, nonché delle sedute di allenamento, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, nei comuni diversi da quelli individuati nell’allegato 1 del DPCM del 23 febbraio 2020.
Nei comprensori sciistici, sarà cura del gestore limitare l’accesso e l’affollamento degli impianti di trasporto delle persone (funicolari, funivie, cabinovie, ecc.). Si conferma inoltre che le attività di centri culturali, centri sociali, circoli ricreativi, ludoteche restano chiuse."

Ferma la sospensione  delle Iniziative, delle Attività Sportive, delle Gare e dei Campionati in tutti i Comitati del CSI Lombardia fino al 01/03/2020 compreso, come da "Comunicazione numero Quattro" del 27/02/2020, le Associazioni Sportive, operanti nelle aree regionali classificate come “gialle”, quindi ad esclusione delle aree “rosse” (zona del basso Lodigiano interessata), ove permangono tutte le totali restrizioni già in vigore, potranno, salvo eventuali Ordinanze Sindacali locali di chiusura degli impianti e le disposizioni delle Diocesi in ordine agli Oratori e relativi impianti, effettuare  svolgere attività all’aperto (comprese quelle svolte negli stadi e nelle strutture polifunzionali), evitando i luoghi (ad es. spogliatoi) che prevedono significative concentrazioni di persone.  
Potranno altresì svolgere le sedute di allenamento, di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati, anche all’interno di impianti sportivi utilizzati "a porte chiuse".

La presente per informazione e diffusione.

Agrate Brianza, 28/02/2020.

                                               

 

 

 

 

news 28feb2020 dm