Ricaricare il cuore e la mente per un nuovo impegno sociale e civile

Ricaricare il cuore e la mente per un nuovo impegno sociale e civile

Chi ha seguito con attenzione l’approvazione del nuovo Statuto del Centro Sportivo Italiano avrà notato che, grazie a un emendamento ad hoc promosso dalla Presidenza Nazionale in occasione dell’Assemblea straordinaria di giugno, il Ministero dell’Istruzione ha riconosciuto ufficialmente la nostra Associazione, che d’ora in avanti potrà gestire corsi di formazione accreditati. Si tratta di un riconoscimento molto importante, che pone il Csi ancor più protagonista nel contesto della formazione a livello nazionale e, a cascata, su tutti i livelli territoriali.

Davvero una bella notizia che consolida il nostro impegno nell’ambito educativo e formativo. Sarà nostra cura, alla ripresa dei lavori dopo le meritate vacanze, accompagnare i Comitati che vorranno sperimentarsi in questo nuovo servizio alla comunità per organizzare corsi dedicati agli operatori delle scuole. Ho scritto di vacanze consapevole che per molti in realtà la spina non viene mai staccata perché questi sono giorni pieni di tornei, di manifestazioni estive, e sono anche i giorni della programmazione dell’attività per la prossima stagione. Sono quindi giorni di dialogo con le famiglie dei ragazzi da coinvolgere nelle attività sportive, oltre che di ricerca delle risorse necessarie per riuscire poi a svolgere, nel concreto, l’attività. Sono anche i giorni del Giffoni Film Festival, spazio artistico e culturale per dare voce alla creatività e alla visione della vita dei giovani, dove il Csi è presente. Se tanta attenzione viene riservata ai giovani, ciò non significa che il Csi non sia attivo anche in altri settori, come per esempio per la diffusione dei corretti stili di vita per tutte le età, bambini, ragazzi, giovani e adulti. Tutti! Questo significa favorire lo sviluppo di una comunità più sana evitando sofferenze umane e spreco di risorse economiche, da dedicare invece alla ricerca e alla cura delle patologie più gravi. Sembrano parole di poca importanza, invece sono ricche di contenuti che, se realizzati, cambierebbero la vita a tanti. A fronte di alcuni giorni di vacanza, che auguro a tutti ricca di serenità e di gioia, in un clima di solidarietà nei confronti di chi è in difficoltà, mi piace pensare ad un Csi che sia punto di riferimento ad ampio raggio.

Un’Associazione che promuove e accompagna un modo di essere donne e uomini, capaci di impegno sociale e civile, di aiuto reciproco in una visione della vita che ha nei valori cristiani il suo fondamento.

Anche il rispetto del tempo dedicato al riposo è prezioso, perché è tempo di crescita, indispensabile nella riorganizzazione psicofisica delle persone e nella freschezza delle relazioni. Vale per i giovani ma anche per chi non è più giovane: il tempo del gioco e del relax non è tempo sprecato, se gestito bene, e se il cuore e la mente sono rivolti al recupero degli aspetti fondamentali della vita. Perciò nel piacevole compito di augurare – a tutto il mondo Csi, dai volontari delle società sportive ai dirigenti ad ogni livello – di trascorrere buone vacanze, serene e tranquille, sento il dovere di concludere con un grande “Grazie” a tutti coloro che hanno lavorato dentro l’Associazione per la promozione di un’idea di società che, attraverso lo sport gestito in modo umano, sia ogni giorno più giusta e solidale.

28/07/2018 http://www.csi-net.it/index.php?action=webangolo&idWEBAngolo=504

 

news 29ago2018 dm