MI Julio Velasco incontra allenatori e dirigenti del Csi

Martedì 31 gennaio alle ore 20.30 presso il salone Pio XII di via Sant’Antonio 5

"Allenare la persona prima dell’atleta: strategie, dinamiche,
consigli ed esperienze"


Occasione storica quella di martedì 31 gennaio alle ore 20.30 presso la sede del CSI. Julio Velasco incontra gli allenatori e i dirigenti del CSI. Due ore di lezione su un tema straordinariamente importante per noi: "allenare la persona prima dell’atleta".

Velasco non ha bisogno di presentazioni. Lo cercano tutti, dentro e fuori il mondo dello sport, per ascoltare le sue lezioni... A noi ha detto "Sì, vengo volentieri!”.

Il suo intervento sarà rivolto a tutti: allenatori e dirigenti di pallavolo, calcio, basket e ogni altra disciplina.

L'iscrizione è obbligatoria (sino ad esaurimento posti). Per partecipare CLICCA QUI.

Vi abbiamo avvisato con largo anticipo perché un’occasione come questa è davvero da non perdere.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE
20 euro per i tesserati Csi
30 euro per i non tesserati Csi 
(comprensiva della quota aggiuntiva di euro 10 per il tesseramento in favore di ASD SPORTIDEE)

La quota di partecipazione deve essere saldata contestualmente all'iscrizione e comunque non oltre domenica 29 gennaio 2017

- presso la segreteria del CSI Milano

- con versamento in c/c bancario intestato a CSI Milano, specificando nella causale: Società Sportiva - Cognome e Nome partecipante - Incontro con Velasco 
IBAN IT69 W055 8401 7010 0000 0018 777


INFORMAZIONI
Per qualsiasi chiarimento o dubbio, contatta la Segreteria della Formazione al n. 02.58391413 o scrivi a formazione@csi.milano.it


L’INCONTRO CON JULIO VELASCO PARI AD UN CLINIC
Per gli allenatori del Csi, la partecipazione sarà considerata alla pari di un Clinic multidisciplinare



CHI E' JULIO VELASCO (in pillole)
È stato commissario della Nazionale Italiana maschile dal 1989 al 1996, e della Nazionale Italiana femminile dal 1997 al 1998. È noto per aver ottenuto grandi successi con la prima agli inizi degli anni novanta, con quella che è stata chiamata la generazione di fenomeni.
I primi contatti di Velasco con la pallavolo avvengono ai tempi del liceo e dell'università, quando gioca ed allena selezioni giovanili, ma la sua carriera vera e propria inizia nel Ferro Carril Oeste di Buenos Aires, dove vince quattro campionati argentini consecutivi tra il 1979 e il 1982. In quello stesso anno, come vice-allenatore della nazionale argentina, vince la medaglia di bronzo ai campionati mondiali, giocati in casa.
Nel 1983, si trasferisce in Italia, per allenare la Latte Tre Valli Jesi in A2. Nel 1985 passa alla Pallavolo Modena dove vince lo scudetto per quattro stagioni consecutive, fino al 1989.
Nel 1989 passa ad allenare la nazionale italiana. Ottiene subito l'oro ai Campionati europei, disputati in Svezia, il primo nella storia della pallavolo italiana. È solo il primo di una lunga striscia di successi. Fino al 1996, quando Velasco lascia la panchina azzurra, l'Italia colleziona 3 ori europei, 2 mondiali e 5 vittorie nella World League, oltre ad altri trofei minori. Artefici in campo di questi successi sono tra gli altri Andrea Zorzi, Andrea Giani, Paolo Tofoli, Pasquale Gravina, Marco Bracci, Bernardi, Cantagalli e Lucchetta.
Nel febbraio del 2014 viene scelto come commissario tecnico della nazionale del suo paese, la Nazionale argentina, ruolo che non aveva mai ricoperto nella sua lunga carriera. Esordisce il 16 maggio a Lanús in amichevole contro la Tunisia, vincendo per 3-0.

 

news 19dic2016 dm